ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurogruppo: porta aperta a nuovi aiuti ad Atene

Lettura in corso:

Eurogruppo: porta aperta a nuovi aiuti ad Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

La riunione dell’Eurogruppo a Bruxelles apre lo spiraglio a nuovi aiuti per la Grecia, anche sotto la forte spinta di Stati Uniti e Cina che chiedono di stabilizzare i mercati e l’euro. Ma l’atmosfera nella sala dei ministri era dominata dallo scandalo Strauss-Kahn. Il Presidente dell’Eurogruppo, il lussemburghese Jean-Claude Juncker:

“Vedere il Direttore Generale del Fondo Monetario Internazionale lasciare i locali della polizia con le manette ai polsi mi ha profondamente rattristato. Non riuscivo a capire cosa succedeva. Quindi sono triste, questa storia mi rattrista” ha detto ai microfoni di euronews.

La riunione è stata l’occasione per il via libera definitivo al piano da 78 miliardi di euro di aiuti per fare uscire il Portogallo dalla crisi. Infine c‘è stato il voto unanime sulla designazione del Direttore di Bankitalia Mario Draghi per la presidenza della Bce.

Il nostro corrispondente da Bruxelles, Sergio Cantone: “Alcuni dei membri dell’Eurogruppo stanno aumentando la pressione sulla Grecia: chiedono ad Atene privatizzazioni rapide e senza esitazioni; quello che Atene teme è lo scontro sociale; ma Atene rischia anche la ristrutturazione del debito se non farà velocemente quello che gli chiede l’Eurogruppo”.