ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chi sarà il successore di Strauss-Kahn all'FMI?

Lettura in corso:

Chi sarà il successore di Strauss-Kahn all'FMI?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Fondo Monetario internazionale guarda al futuro. Le redini dell’organizzazione economica, che riunisce 186 Paesi, dopo l’arresto del suo direttore generale, è guidata ad interim dal numero due, John Lipsky. Lo statunitense, economista con PhD, è entrato nell’FMI nel 2006. La scorsa settimana aveva però annunciato di non volersi candidare a un nuovo mandato, dopo quello attuale che scade ad agosto.

Per la successione a Stauss-Kahn sono tanti i nomi che circolano: quello del britannico Gordon Brown,

della francese Christine Lagarde, del tedesco Peer Steinbruck, del turco Kemal Dervis, dell’indiano Montek Singh e del messicano Augustin Carstens.

La Cina invece punta alla vice direzione generale. Così la portavoce del ministero degli Esteri cinesi:

“La selezione del prossimo capo dell’FMI dovrebbe basarsi sull’imparzialità, la trasparenza e merito. E Cina e UE dovrebbero costruire un equo partenariato”.

Il Vecchio Continente preme perché la direzione generale del Fondo resti a un europeo, ma i Paesi emergenti preferirebbero qualcuno che li rappresentasse.