ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strauss-Kahn, commenti cauti anche a destra

Lettura in corso:

Strauss-Kahn, commenti cauti anche a destra

Dimensioni di testo Aa Aa

L’arresto di Dominique Strauss-Kahn monopolizza l’attenzione dei francesi. Nonostante la bufera, i socialisti confermano che le primarie per scegliere lo sfidante di Sarkozy si terranno nelle date previste.

Il portavoce del partito Benoit Hamon dichiara: “In questa situazione d’incertezza, noi socialisti dobbiamo restare saldi sui nostri princípi: il primo è sicuramente ribadire la presunzione d’innocenza per Dominique Strauss-Kahn; il secondo è che è inutile scrivere la storia in anticipo.”

I giornali non sono teneri col capo del Fondo Monetario Internazionale, ma la maggior parte del mondo politico, anche a destra, commenta la notizia con parole misurate.

Jean Francois Copé, leader dell’UMP, sottolinea: “In momenti del genere, pensiamo anche all’immagine della Francia. Perché è preoccupante che una tale immagine circoli nel mondo. Comunque siamo tutti colpiti dalla natura estremamente importante, molto grave, della questione.”

I francesi sono divisi tra le critiche a un personaggio dalla vita privata chiacchierata e l’ipotesi di una montatura contro di lui. Qualcuno osserva: “Purtroppo non è la prima volta che è accusato di queste cose, ma sarebbe un peccato – in base alle sue qualità -, sarebbe un gran peccato se questo gli impedisse di presentarsi alle elezioni”.

Qualcun altro taglia corto: “Per me è un complotto ben organizzato. E’ vittima di un complotto”.