ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per la Grecia Strauss-Khan alleato prezioso

Lettura in corso:

Per la Grecia Strauss-Khan alleato prezioso

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la Grecia la vicenda che coinvolge Dominique Strauss-Khan arriva nel momento peggiore. Malgrado il proliferare di slogan anti Fondo Monetario Internazionale in tutti i cortei contro il piano anti-crisi, Atene considerava il direttore dell’FMI come un alleato nella difficile partita con i partner europei per il salvataggio finanziario del paese:

“Mi piacerebbe credere che non ci dobbiamo preoccupare, perché l’Europa ha le proprie politiche, così come il Fondo – dice un passante ad Atene – Non credo che la sostituzione di Strauss-Khan, che sicuramente avverrà, cambierà davvero qualcosa”.

Il n° 1 dell’FMI è stato arrestato alla vigilia di un incontro con il capo del governo tedesco Angela Merkel dedicato alla crisi greca. La cancelleria di Berlino ha notoriamente un atteggiamento severo nei confronti della situazione greca. L’appuntamento aveva all’ordine del giorno un eventuale secondo pacchetto di aiuti in cambio di ulteriori misure di austerità.

Qualche giorno fa Strauss-Khan aveva affermato che, a suo avviso, Atene avrebbe potuto rimettersi in sella senza ricorrere a una ristrutturazione del debito. Un’opinione che non sembra condivisa dagli attori dei principali mercati azionari.