ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ultima corsa di Wanjiru. Giallo sulla morte del maratoneta kenyano

Lettura in corso:

L'ultima corsa di Wanjiru. Giallo sulla morte del maratoneta kenyano

Dimensioni di testo Aa Aa

Giallo e ombra di un adulterio sulla tragica morte del ventiquattrenne maratoneta kenyano Samuel Wanjiru.

A stroncare vita e carriera del campione olimpico in carica una misteriosa caduta dalla finestra del suo appartamento.

Le autorità non escludono la pista del suicidio, ma sembrano privilegiare quella dell’incidente. Le prime ricostruzioni lasciano pensare che Wanjiru abbia tentato di saltare dal balcone, per inseguire la moglie dopo un acceso diverbio.

“Samuel Wanjiru – dice il capo della polizia di Nyahururu, la città a nord-ovest di Nairobi dove risiedeva l’atleta – è saltato dalla finestra del suo appartamento, che si trova al primo piano. L’ambulanza l’ha subito portato all’ospedale, i medici hanno provato a rianimarlo, ma purtroppo non c‘é stato niente da fare”.

La moglie lo aveva di recente trascinato in tribunale con l’accusa di tentato omicidio, per poi ritirare la denuncia che aveva sporto a suo carico.

All’origine dell’ultimo e forse fatale diverbio, pare sia stato il fatto che quest’ultima lo avesse trovato in casa, in compagnia di un’altra donna.

Una lunga serie di schermaglie coniugali aveva negli scorsi mesi oscurato le imprese sportive di un atleta, che a Pechino 2008 si era affermato come più giovane maratoneta a strappare l’oro olimpico dal lontano 1932.