ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ombra dello scandalo Strauss-Kahn sull'Eurogruppo

Lettura in corso:

L'ombra dello scandalo Strauss-Kahn sull'Eurogruppo

Dimensioni di testo Aa Aa

La sedia di Dominique Strauss-Kahn all’odierno Eurogruppo sarà occupata dalla sua Vice, l’egiziana Nemat Shafik. Ma certamente la scia dello scandalo che ha coinvolto il Presidente del Fondo monetario internazionale è arrivata a Bruxelles, dove molti dei Ministri europei si sono affrettati a dissipare i dubbi che quanto accaduto possa avere conseguenze sulla partecipazione dell’Fmi ai pacchetti di sostegno a Grecia, Irlanda e Portogallo.

Christine Lagarde, Ministro francese delle Finanze: “Mi rallegro del fatto che nella riunione di oggi possa proseguire il dialogo con la Commissione europea, la Banca centrale europea e l’Fmi, che avrà oggi un suo rappresentante. Abbiamo sul tavolo problemi molto seri che esamineremo oggi: dal piano di sostegno al Portogallo al finanziamento della Grecia”.

Nella riunione di oggi dei Ministri delle Finanze, l’approvazione del pacchetto di aiuti a Lisbona e la discussione di un’eventuale seconda tranche a favore di Atene. Il tutto, con o senza Strauss-Kahn.

Wolfgang Schäuble, Ministro tedesco delle Finanze: “Il fondo monetario internazionale è un’organizzazione sufficientemente ben organizzata per affrontare l’assenza temporanea del suo Presidente”.

Altro argomento all’ordine del giorno dell’Eurogruppo: la candidatura del governatore di Bankitalia, Mario Draghi, alla Presidenza della Banca centrale europea. La successione di Jean-Claude Trichet è ormai sufficientemente scontata da esser stata sorpassata dall’attualità più recente.

Anche la Commissione europea ha voluto assicurare tramite uno dei suoi portavoce che quel che è successo non dovrebbe avere alcun tipo di conseguenze per la Grecia, l’Irlanda e il Portogallo.