ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da Misurata, l'offensiva dei ribelli libici a est e ovest

Lettura in corso:

Da Misurata, l'offensiva dei ribelli libici a est e ovest

Dimensioni di testo Aa Aa

Meglio addestrati e meglio armati, i ribelli libici lanciano da Misurata l’ennesima offensiva contro le truppe di Muammar Gheddafi.

Una guerra, quella di Libia, che si protrae nonostante i raid della Nato. Londra avverte: per battere il colonnello arroccato a Tripoli bisogna intensificare e allargare il raggio d’azione.

La rivolta intanto punta a Tawarga, ultimo centro urbano prima di Sirte, 200 chilometri a est, mentre a ovest è alle porte di Zlitan, la cui conquista aprirebbe la via verso la capitale, a 150 chilometri.

“La ribellione in Libia è iniziata con i fucili e con le pietre”, commenta dal fronte di Misurata Alberto Arce per Euronews, “Passati i mesi, i ribelli si sono impadroniti delle armi abbandonate dall’esercito di Gheddafi, compresi i razzi Grad. Siamo sulla strada di Tamina, direzione est. Il problema è che, appena loro lanciano i razzi, l’esercito libico replica immediatamente con colpi di mortaio”.