ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cisgiordania blindata dopo domenica di sangue

Lettura in corso:

Cisgiordania blindata dopo domenica di sangue

Dimensioni di testo Aa Aa

Cisgiordania blindata ancora fino alla mezzanotte di oggi, dopo le violenze che domenica hanno fatto almeno 20 morti e centinaia di feriti.

Sono finite nel sangue le marce in ricordo della Nakba, la catastrofe, l’espulsione di 700 mila palestinesi mentre nasce Israele, nel 1948.

I gravi scontri tra manifestanti e soldati israeliani si sono registrati alle frontiere con la Siria, sulle alture del Golan, con il Libano e a Gaza.

“Il loro sangue prezioso non sarà versato invano”, ha detto il presidente palestinese Mahmud Abbas, “perché è versato per la liberazione e i diritti del nostro popolo palestinese”.

Notte di guerriglia urbana e altri morti anche al Cairo, davanti all’ambasciata israeliana, mentre a Tel Aviv un camion si è scontrato con diversi veicoli: un morto e diversi feriti in quello che per le autorità israeliane è stato un attacco deliberato.

E da Israele Giorgio Napolitano, in visita ufficiale, ha auspicato una ripresa dei negoziati diretti per la pace, bloccati da quattro anni.