ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esodo dalla Siria per sfuggire alla repressione

Lettura in corso:

Esodo dalla Siria per sfuggire alla repressione

Dimensioni di testo Aa Aa

A centinaia stanno abbandonando la Siria per sfuggire alla repressione delle forze dell’ordine.

Solo questo sabato oltre 500 persone hanno oltrepassato il confine con il Libano dalla località di Tel Kalaj, nella provincia di Homs. L’opposizione ha riferito di spari e ha denunciato l’arrivo di nuove truppe. Negli scontri sarebbero morte almeno quattro persone.

I manifestanti hanno dichiarato che l’esercito non ha ancora definitivamente lasciato Deraa, contrariamente a quanto riferito dalle autorità.

Questo venerdì le piazze delle principali località siriane sono ritornate a riempirsi per dire no al regime. Queste immagini sono state filmate a Homs da un videoamatore a margine della protesta. Il governo ha dichiarato che permane l’ordine di non sparare sulla folla e che il dispiegamento militare intende “arginare gruppi armati”, non reprimere la contestazione.

Di fatto almeno sei persone sono rimaste uccise proprio durante le manifestazioni seguite al venerdì di preghiera. Dall’inizio del sollevamento popolare, il 15 marzo, i morti sono oltre 770 secondo le organizzazioni per i diritti umani.