ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: 'venerdì per le donne libere', blindati occupano città

Lettura in corso:

Siria: 'venerdì per le donne libere', blindati occupano città

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre la tv di Stato manda in onda immagini di soldati accolti da trionfatori a Homs, la Siria si prepara ad un altro venerdì di proteste.

Bashar al-Assad ha ordinato di non aprire il fuoco sui dimosranti, secondo quanto riferito da un attivista dei diritti umani che ha incontrato un suo consigliere.

I blindati dell’esercito hanno occupato, però, i centri delle città di Deraa, Baniyas, Homs e alcuni sobborghi di Damasco per impedire nuovi cortei.

In segno di solidarietà con le donne arrestate dalle forze di sicurezza, gli attivisti stanno organizzando il ‘Venerdì per le donne libere’. Nel frattempo la polizia ha represso ad Aleppo una manifestazione studentesca per chiedere la fine dell’assedio militare. Esercito e servizi di sicurezza hanno fatto irruzione a Baniyas e hanno effettuato decine di arresti.

Intanto, le Nazioni Unite denunciano che la Siria continua a ricevere armi dall’Iran. Damasco e Teheran negano di essere coinvolte nel traffico.