ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurofestival al rush finale, francese favorito

Lettura in corso:

Eurofestival al rush finale, francese favorito

Dimensioni di testo Aa Aa

 
 
L’inglese non è il suo forte, ma poco male, dal momento che il giovane tenore francese Amaury Vassili, favorito dai bookmaker per questa edizione dell’Eurofestival, canta in corso.
 
Ma la concorrenza è agguerrita. Su 43 partecipanti, sono 25 quelli ammessi alla finale a Dusseldorf: i 5 Paesi fondatori (Italia, Germania, Francia, Regno Unito e Spagna) sono qualificati di diritto.
Gli altri 20 sono dovuti passare dalle semi-finali.
Con, a volte, alcune sorprese… come l’eliminazione di Dana International, che aveva vinto nel 1998.
 
E’ stata la vincitrice dell’anno scorso ed è l’altra favorita dell’edizione 2011. La tedesca Lena non si vuol lasciar sfuggire l’occasione di fare il bis.
 
“Mi sono divetita così tanto l’anno scorso. E’ stata un’esperienza fantastica che mi ha fatto imparare molto, tutti sono stati molto carini, è stata davvero una bellissima emozione”.
 
Il meglio del 2011 segna il grande ritorno delle boys band. Questa è la versione britannica: loro sono i Blue. Hanno venduto 13 milioni di dischi tra il 2001 e il 2004.
  
Gli internauti sono concordi e puntano quasi tutti su Nina, la cantante serba molto anni ’60. Si ricorda che il voto del pubblico conta per il 50% del risultato.
 
Lucia Perez ha dalla sua di essere l’unica galiziana a rappresentare la Spagna all’Eurovisione.
E poi quest’anno segna il grande ritorno dell’Italia dopo 13 anni di assenza. E’ Raffaele Gualazzi, vincitore tra i giovani dell’ultimo festival di Sanremo, a rappresentare il Paese.