ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Molti negozi chiusi per paura del terremoto a Roma

Lettura in corso:

Molti negozi chiusi per paura del terremoto a Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

I romani si scoprono superstiziosi. Questa la conclusione che si può ricavare nel giorno che avrebbe dovuto vedere la città eterna distrutta da un terremoto. La profezia non si è avverata, ma la paura, ha spinto molti, soprattutto nella Chinatown, a disertare il lavoro:

“Molte persone – dice un’abitante cinese – hanno sentito girare questa voce mentre altre hanno fatto addirittura da megafono. Alcuni sono andati in Cina, altri si sono presi le vacanze e sono andati in qualche posto qui in Europa. C‘è chi è andato a Milano o semplicemente fuori Roma”.

“Avrebbe dovuto succedere ma come vedete siamo qui vivi e vegeti per fortuna – dice un ragazzo – Roma è la più bella città del mondo e speriamo che la natura non faccia mai una cosa terribili come quella di distruggerla”.

La profezia sul potente sisma nella capitale è attribuita, ma non ci sono prove concrete, a un sismologo scomparso nel 1979. Il passaparola ha poi fatto il resto. Insieme alla superstizione ha retto per quarant’anni malgrado tutte le rassicurazioni date dalle autorità.