ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

9 maggio '45: Medvedev ringrazia i veterani

Lettura in corso:

9 maggio '45: Medvedev ringrazia i veterani

Dimensioni di testo Aa Aa

In Russia era già il 9 maggio. Oggi Mosca celebra e commemora il Giorno della Vittoria. Ieri, mentre il resto d’Europa ricordava l’armistizio, il Presidente Dimitri Medvedev visitava il Museo delle Forze Armate ricordando assieme ai veterani gli eventi di 66 anni fa. Non solo gloria per la vittoria sovietica contro i nazisti, ma anche miserie odierne: un veternato di San Pietroburgo ha scritto al Presidente Obama per chiedere la cittadinanza americana dopo essersi visto negare un alloggio teoricamente dovuto agli ex-combattenti in stato di necessità.

Più ad Ovest, in Bretagna, si ricordava ieri un comune destino ma diverse vicende. Il Presidente Nicolas Sarkozy ha commemorato l’8 maggio 1945 visitando Port-Louis, località in cui i bretoni si batterono contro i nazisti per altre 48 ore dopo la firma dell’armistizio, non solo per la resistenza opposta dai soldati del Reich ma anche per i ritardi delle comunicazioni.

Su quello che era il fronte opposto, a Mauthausen, in Austria, le delegazioni di diversi Paesi si sono unite nel ricordo della follia nazista. Nei campi di concentramento dell’Alta Austria furono uccise oltre 100.000 persone.