ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri tra musulmani e copti in Egitto, 9 morti

Lettura in corso:

Scontri tra musulmani e copti in Egitto, 9 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Riesplode la violenza in Egitto. Non c‘è più un dittatore da cacciare, ma una battaglia religiosa che produce morte.

Sono 9 le vittime e oltre cento i feriti al termine degli scontri tra musulmani e cristiani copti a Il Cairo, dove sono state date alle fiamme due chiese nel quartiere di Embaba.

“Penso che sia stato un attacco pianificato – dice un giovane rimasto ferito – Hanno dato fuoco a una chiesa dopo l’altra. Di certo, era previsto”.

A innescare i disordini sarebbe stato l’assalto tentato da un gruppo di fedeli musulmani contro una chiesa della zona per liberare una donna che vi sarebbe stata rinchiusa contro la sua volontà perché avrebbe inteso convertirsi all’Islam. Ma c‘è chi pensa ci sia una regia occulta dietro le violenze:

“Questo è il risultato della mancanza di sicurezza – spiega un uomo accorso sul luogo degli scontri -Persone legate al deposto regime desiderano creare conflitti settari. Voglio dire che nessuno, cristiano o musulmano, avrebbe il coraggio di assaltare una chiesa. Il precedente regime precedente è responsabile di questo”.

I rapporti tra musulmani e cristiani, che in Egitto rappresentano il 10 per cento degli 80 milioni di abitanti del paese, sono spesso tesi ma durante le proteste contro Mubarak, le divergenze religiose erano state accantonate.