ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: primo ministro convoca riunione d'urgenza dopo gli scontri

Lettura in corso:

Egitto: primo ministro convoca riunione d'urgenza dopo gli scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità egiziane sono già mobilitate. Dopo la notte di scontri scoppiati nel quartiere del Cairo, Imbaba, il primo ministro Essam Charaf ha tenuto una riunione d’urgenza.

La violenza, che ha provocato la morte 12 morti e causato 200 feriti, è scattata quando centinaia di islamici salafiti hanno assaltato una chiesa cristiano copta. Cercavano, dicono i testimoni, una donna musulmana convertita al cristianesimo.

“Ci sono persone – dice un abitante – che creano tensioni tra musulmani e cristiani sostendo che sia in corso un conflitto religioso, ma non è vero. Ieri gli abitanti dle quartiere, musulmani e cristiani insieme, abbiamo cercato di spegnere il fuoco. Non c‘è nessuna ragione di chiamarci cristiani o musulmani. Siamo un’unica nazione.”

190 persone arrestate dopo le violenze saranno processati dai tribunali militari. E’ l’esercito dalla rivolta popolare in Egitto a garantire la guida del paese.

Le autorità hanno garantito interventi drastici per fermare le tensioni.

Si teme che dietro alle violenze ci sia la mano dei fedeli dell’ex dittatore Mubarak.