ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: anomalia a valvola in centrale Kashiwazaki

Lettura in corso:

Giappone: anomalia a valvola in centrale Kashiwazaki

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’anomalia in una delle valvole che regola l’immissione di acqua nei reattori in caso di pericolo. In Giappone prosegue l’emergenza nucleare post-tsunami. Questa volta sotto esame è la centrale di Kashiwazaki, la più grande del pianeta.

La Tepco sta esaminando le cause del malfunzionamento della valvola, che è stata bloccata manualmente.

Dall’altra parte del paese, a Fukushima ci vorranno tre mesi per iniziare a ridurre la radioattività e nove mesi per raffreddare i reattori. Questi i tempi previsti dai tecnici che sono riusciti ad installare un sistema di ventilazione e decontaminazione dell’aria all’interno di una sala nel reattore numero uno dell’impianto.

Gli operai della centrale sono entrati per la prima volta dal disastro del marzo scorso.

Un mese fa, un robot inviato in perlustrazione nei locali del reattore aveva rilevato valori di radioattività tra 10 e 49 millisievert all’ora.