ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: i ribelli chiedono fondi. Oggi vertice Roma

Lettura in corso:

Libia: i ribelli chiedono fondi. Oggi vertice Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

Il perdurare della guerra in Libia complica sempre di più la vita quotidiana dei civili. Ad Ajdabiya, da cui arrivano queste immagini, le code si moltiplicano per comprare beni di prima necessità. A Bengasi i ribelli hanno accolto positivamente la notizia dei 3 mandati d’arresto per crimini contro l’umanità spiccati dalla Corte Penale Internazionale: le identità non sono state rese note ma il Colonnello sarebbe uno dei 3.

I gheddafisti hanno lanciato un nuovo attacco contro il porto di Misurata: una ventina di razzi hanno colpito un campo profughi. Almeno 5 le vittime. Ieri una nave è riuscita a evacuare dalla città sotto assedio 800 persone.

A Bengasi, roccaforte dei ribelli, quello di cui c‘è bisogno sono fondi per la rivoluzione, tema in agenda oggi a Roma nella riunione del gruppo di contatto sulla Libia.

“Il regime ha 165 milioni congelati all’estero. Per i prossimi 3 mesi noi avremo bisogno di 2 o 3 milioni” dice un portavoce della ribellione.

A Roma intanto la Lega Nord canta vittoria dopo il sì della camera alla mozione voluta dal Carroccio che riesce a imporre la linea dei “bombardamenti a tempo determinato” e pone paletti più rigidi alla partecipazione dei caccia italiani.