ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Increduli i vicini di casa di Bin Laden: "Non conoscevamo nessuno"

Lettura in corso:

Increduli i vicini di casa di Bin Laden: "Non conoscevamo nessuno"

Dimensioni di testo Aa Aa

Dallo sconcerto alla improvvisa popolarità. Capita agli increduli vicini di casa di Osama bin Laden, circondati da decine di curiosi armati di macchine fotografiche per immortalare la villa bunker.

Una palazzina dui tre piani protetta da mura alte 4 metri e mezzo, filo spinato e telecamere. Sull’identità del proprietario i vicini non hanno mai avuto sospetti.

“Non li conoscevo – dice un vicino -.Le donne e i bambini non uscivano mai di casa. E non si sentivano rumori provenienti dall’interno, ma qualcuno dice che avevano due mucche”.

Pare che il leader di Al Qaeda si fosse rifugiato li’ da almeno 5 anni con mogli, figli e una schiera di fedelissimi. Ad uscire per i rifornimenti erano al massimo due persone: qualcuno, però, era riuscito a entrare nel compound.

“Andavo in quella casa – ricorda un ragazzino – Conoscevo due donne, una parlava arabo, l’altra urdu. Avevano tre figli, una bambina e due maschi. Mi hanno regalato due conigli”.

La casa non aveva collegamento telefonico, nè internet. Inoltre, la spazzatura non veniva raccolta, ma bruciata e qualche sospetto era destato anche dal fatto che i residenti della villa non festeggiavano le ricorrenze religiose

“Non ho mai visto nessuno e non posso credere che Bin laden vivesse qui – commenta un uomo-. Non sono sicuro al cento per cento, ma credo che tutto ciò sia una grande commedia”.

La polizia pachistana, comunque,ha arrestato stamane quello che viene ritenuto il costruttore della villa.