ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: opposizione, alcuni soldati rifiutano di sparare contro civili

Lettura in corso:

Siria: opposizione, alcuni soldati rifiutano di sparare contro civili

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove manifestazioni in Siria a Deraa, cuore dell’opposizione al regime e stretta d’assedio dal presidente Bashar al-Assad.

Per solidarizzare con i resistenti, numerose donne sono scese in piazza a Damasco. La polizia ha disperso il corteo e effettuato arresti. Fermata anche Diana Jawabra, un’attivista per i diritti umani molto conosciuta nel Paese.

Centinaia i dimostranti imprigionati in tutta la Siria, dove le manifestazioni continuano ad essere represse nel sangue. La Francia ha chiesto di inserire anche il nome di Bashar al-Assad fra le persone colpite da sanzioni europee. Nell’elenco allo studio di Bruxelles figurano il capo dell’intelligence e due parenti del presidente. Uno è il fratello Maher, capo della tristemente nota Quarta divisione dell’Esercito, per le atrocità commesse nell’area di Deraa.

Ma il fronte intorno a Bashar al Assad comincia a sgretolarsi. Oltre duecento membri del suo partito si sono dimessi e si comincia ad avvertire il malcontento fra i militari. Secondo i racconti dell’opposizione e degli abitanti di Deraa, diversi soldati si sono rifiutati di sparare sui civili.