ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Pakistan: violata la sovranità del paese nell' uccisione di Bin Laden?


Pakistan

Pakistan: violata la sovranità del paese nell' uccisione di Bin Laden?

Se nel 2001 era nelle grotte di Tora Bora che gli americani pensavano di intercettare Osama Bin Laden è in realtà dall’altra parte della frontiera che l’hanno trovato, ben dieci anni dopo l’inizio della caccia.

Elemento che aumenta i dubbi di Washington sugli sforzi del Pakistan nella lotta contro il terrorismo nella regione.

Proprio come Bin Laden, sempre in Pakistan, e precisamente era stato catturato nel 2003 Khalid Scheik Mohammed, il presunto responsabile degli attentati dell’11 settembre.

Poi l’anno scorso è stata la volta del Mullah Biradhar, uno dei principali comandanti Taleban e affiliato di Al Qaida.

I sospetti di Washington sono quindi aumentati. Tanto che secondo alcuni documenti pubblicati da Wikileaks, gli statunitensi avrebbero aggiunto nella lista delle organizzazioni terroriste anche i servizi segreti pachistani.

Una rivelazione che avrebbe influito sulla cattura di Bin Lade, secondo l’analista pachistano Tahir Ameen: “Potrebbe essere possibile che i servizi segreti pachistani abbiano pensato che la cattura e l’uccisione di Bin Laden avrebbe salvato le relazioni tra Stati Uniti e Pakistan”.

Le operazioni degli agenti della CIA in Pakistan in questi ultimi mesi stanno mettendo a dura prova l’allenza con gli Stati Uniti e gli accordi realizzati dal segretario di stato Usa, Hillary Clinton.

Islamabad ha chiesto ultimamente che tutti gli agenti americani presenti sul territorio lascino il paese, anche se Washington sostiene militarmente le operazioni al confine con l’Afghanistan.

La cattura di Bin Laden rischia ora di aumentare la tensione tra gli abitanti che criticano l’alleanza con i servizi americani:

“Nessun potenza straniera – dice l’avvocato dell’Alta Corte, Ghulam Murtaza – è autorizzata a entrare nel territorio pachistano. Se un paese straniero conduce un’operazione dentro le nostre frontiere, viola la nostra sovranità. Non dovremmo dare a nessuno il permesso di farlo”.

A queste critiche si sommano le proteste contro le vittime civili provocate dai droni americani . La cattura di Bin Laden rischia di essere vissuta come l’ennesima concessione agli Stati Uniti e potrebbe scatenare una nuova rivolta tra i gruppi integralisti pachistani.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Bin Laden e i media: il primo è stato Twitter