ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una marea umana per la beatificazione di Wojtyla

Lettura in corso:

Una marea umana per la beatificazione di Wojtyla

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ultima volta che in piazza San Pietro si è radunata così tanta gente è stato per i funerali di Wojtyla. Sei anni dopo, per la sua beatificazione, il flusso di pellegrini riempie via della Conciliazione.

Sono accorse in Vaticano – dati della Questura di Roma – un milione e mezzo di persone.

“Subito dopo la pronuncia della formula di beatificazione da parte di Benedetto XVI, c‘è stato un momento molto commovente – racconta un pellegrino francese – ed è esplosa la felicità tra la folla”.

“Penso che la massiccia partecipazione sia la testimonianza che papa Giovanni Paolo II era un papa che ha toccato tutti i cuori – sottolinea un vescovo spagnolo – tutte le persone, senza preoccuparsi della loro religione, razza o cultura”.

“Giovanni Paolo II è stato come un padre per tutti noi, anche più di un pastore, un pastore buono, ma come un buon amico, ci ha fatto vedere come è Dio, come padre, come figlio, servo e come spirito santo”, è il commento di un giovane fedele tedesco.

Il popolo di Wojtyla è stato il protagonista di questa beatificazione: una marea umana, un flusso tranquillo di persone, affaticate da molte ore d’attesa, ma entusiaste.