ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia. Per il 1° maggio in piazza anche i putiniani

Lettura in corso:

Russia. Per il 1° maggio in piazza anche i putiniani

Dimensioni di testo Aa Aa

“No ai tagli di posti di lavoro”.

E’ la scritta di uno degli striscioni inalberati dai sostenitori di Russia Unita, il partito del presidente Putin che oggi ha sfilato in occasione del Primo Maggio per le strade di Mosca.

Chissà forse si trattava di un messaggio trasversale indirizzato al capo dello Stato Medvedev che nel marzo del 2012 si ritroverà Putin come sfidante alle elezioni presidenziali.

In piazza oggi c’erano tutti il partito filo governativo di Russia Giusta, i comunisti di Ziuganov e la sinistra alternativa che ha approfittato dell’occasione per scagliarsi contro la Nato e gli attacchi sulla Libia ma anche per tornare ad attaccare il progetto di distruzione di un parco alla periferia di Mosca. Un progetto appoggiato dalla lobby dei costruttori che ha solidi legami con il gotha della politica e uomini di mano abituati a non andar troppo per il sottile con chi intralcia il business dei loro “datori di lavoro”