ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cracovia celebra il suo Wojtyła

Lettura in corso:

Cracovia celebra il suo Wojtyła

Dimensioni di testo Aa Aa

Cracovia è il cuore della storia della Polonia ed è qui che è vissuto papa Wojtyła prima di salire al soglio pontificio.

I suoi concittadini lo ricordano con fierezza. A Cracovia euronews ha incontrato il caporedattore di un giornale cattolico:

Adam Boniecki caporedattore di “Tygodnik Powszechny” :

“ Aveva una grande speranza, datagli dall’esperienza di Solidarnosc, pensava si potesse trovare una terza via, senza necessariamente esasperare il capitalismo, senza comunismo e socialismo, ma basata sui principi cristiani. Era sicuro, diceva: possiamo offrire qualcosa al mondo”

La terza via di Karol Wojtyła non si è realizzata come lui voleva.

Michal Kuzminski, giornalista:

“Sono preoccupato che soprattutto qui, in Polonia, nel suo Paese, lui è simbolo, ma non è conosciuto come grande filosofo, dovremmo leggere studiare la sua figura piuttosto che accontentarci delle manifestazioni di idolatria”.

La cultura consumistica che ha invaso anche la Polonia negli ultimi 20 anni, le riforme economiche degli anni Novanta, la voglia di emanciparsi hanno contribuito a cambiare pesantemente il volto della Polonia.

“Dal Vaticano ci ha aiutato a combattere contro la povertà e il comunismo, è stata la cosa più importante per noi”.

“I giovani ammirano Giovanni Paolo II ma con tutta sincerità non conosco quello che ci ha lasciato”.

Le celebrazioni di oggi alimenteranno la curiosità di molti che andranno a recuperera anche il lascito morale e spirituale di Giovanni Paolo II.