ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: decine di morti nelle proteste antiregime

Lettura in corso:

Siria: decine di morti nelle proteste antiregime

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora un venerdì di collera e violenze in Siria.

Sfidando il pugno di ferro, a decine di migliaia sono scesi in piazza ancora una volta. Più di una sessantina le vittime della dura risposta del governo di Damasco.

Le riforme, promesse o attuate, ai siriani non bastano più.

A 10 giorni dalla fine di uno stato di emergenza lungo trent’anni, il loro obiettivo è chiedere la fine del regime di Bashar Al Assad.

Ed esprimere solidarietà a Deraa, epicentro della rivolta esplosa il 15 marzo scorso, da giorni senza acqua ed elettricità, tagliata fuori dalle comunicazioni.

Da questa città del sud, là dove la repressione ha colpito più pesantemente, le proteste e gli scontri sono dilagati a Damasco, Homs, Hama, Deir al Zour e altre città.

Un bagno di sangue condannato dal Consiglio dei diritti umani dell’Onu che ha chiesto l’invio urgente di una missione per indagare sulle violenze e accertare le responsabilità.

Dal canto suo l’Unione europea rivede la politica di cooperazione con la Siria e opta per l’embargo sulle armi, il congelamento dei beni e il no ai visti.

E sanzioni economiche sono state decise anche dalla Casa bianca.