ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Militari in strada e cecchini sui tetti, la strage di Deraa

Lettura in corso:

Militari in strada e cecchini sui tetti, la strage di Deraa

Dimensioni di testo Aa Aa

I carri armati inviati dal presidente siriano Bashar al-Assad a Deraa, città ribelle del sud, sparano nei pressi della moschea Omari.

La città è presidiata dai militari che starebbero eseguendo decine di arresti.

Almeno sei persone sarebbero state uccise durante i funerali delle vittime della strage di venerdì in cui hanno perso la vita 64 cittadini.

Deraa, situata a 100 chilometri a sud di Damasco, è stata fatta oggetto di pesanti bombardamenti.

Tiratori scelti hanno preso di mira, dai tetti, ogni persona scesa in strada, ha denunciato un attivista dei diritti umani presente sul posto.

Secondo quanto riportato da una tv araba, circa 300 soldati inviati dal presidente siriano, avrebbero abbandonato le fila dell’esercito, schierandosi al fianco dei manifestanti.