ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

William e Kate: la cerimonia da favola

Lettura in corso:

William e Kate: la cerimonia da favola

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto come previsto. Il Principe William, accompagnato dal fratello Harry, esce da Clarence House, residenza ufficiale del principe Carlo, alle 10.10 ora di Londra. La Bentley lo porta all’Abbazia di Westminster.

L’uniforme di colonnello delle Irish Guards cucita addosso e un sorriso tirato che rivela a malapena l’emozione. Il pensiero forse rivolto anche a colei che oggi manca, alla madre, la principessa del Galles. Willam, che nei tratti del volto ricorda Diana, stringe la mano allo zio, il Conte Spencer.

L’Abbazia, nel frattempo si riempie. 1900 gli invitati

alle nozze principesche. Teste coronate da tutto il mondo, personaggi del jet set, premier ed ex premier britannici.

Poi la famiglia reale al gran completo, Carlo e Camilla e la regina, Elisabetta II, vestita di giallo (come previsto) e accolta da una fanfara di trombe.

Westminster è gremita quando l’auto con a bordo Miss Catherine Middleton si ferma davanti all’Abbazia. E gli occhi degli spettatori di tutto il mondo si appuntano su di lei. L’abito è di pizzo, firmato da Sarah Burton, stilista della maison Alexandre McQuenn. Scollo a V, corpetto di pizzo, uno strascico di soli tre metri. Un velo corto, ricopre il viso della futura duchessa di Cambridge, trattenuto dalla tiara prestatale per l’occasione dalla Regina.

All’arrivo di Kate lui non riesce a trattenere un sorriso e con un filo di voce le dice ‘sei bellissima’.

Gli sposi, davanti all’arcivescovo di Canterbury, si giurano amore. Poi William fatica per metterle l’anello al dito. Nessuna fede nuziale invece per lui. Il principe non sopporta gli anelli. E dopo la firma sul registro, che ufficializza il matrimonio, il duca e la duchessa di Cambridge escono dall’Abbazia.

Ad attenderli, per condurli a Buckingham Palace, la cazzorra reale, risalente al 1902. La stessa che Elisabetta II usa per recarsi agli incontri con Capi di Stato stranieri. La stessa sulla quale salirono Carlo e Diana dopo le nozze celebrate nella Cattedrale di St. Paul nel 1981.

La folla intanto si avvicina lentamente alla cancellata del palazzo reale: il momento tanto atteso sta per arrivare. Il bacio tra il principe e la sua cenerentola che suggella una favola.

E i baci in realtà sono due: troppo fugace il primo…Willam e Catherine concedono il bis!