ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna. Disoccupazione ai massimi dal 1997

Lettura in corso:

Spagna. Disoccupazione ai massimi dal 1997

Dimensioni di testo Aa Aa

In Spagna la disoccupazione avanza a livelli mai visti in quattordici anni. Nel terzo trimestre il tasso dei senza lavoro oltrepassa ormai il 21 per cento, il dato più alto dal 1997 e superiore alle attese degli analisti.

I disoccupati ora sono più di quattro milioni e 900mila, una cifra enorme se si pensa che in Germania, un Paese due volte più grande della Spagna, sono tre milioni.

Un tasso, il più alto in Europa, che non ha smesso di aumentare negli ultimi mesi. Il governo socialista ha più volte detto che la soglia dei cinque milioni di disoccupati non sarà raggiunta.

“Con più di quattro milioni e 900mila senza lavoro e un tasso di disoccupazione oltre il 20 per cento nessun governo sarebbe contento della situazione”, dice il ministro del lavoro Valeriano Gomez.

A questo dato si aggiungono quelli sull’aumento dell’inflazione e il crollo delle vendite al dettaglio che minano la ripresa del Paese dala peggiore recessione in sessant’anni. Il governo deve far fronte anche al taglio del deficit e ha approvato un nuovo obiettivo, ridurlo dal 9,2 per cento del 2010 al 2,1 nel 2014.