ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri al confine con la Tunisia. Tripoli rischia la crisi diplomatica

Lettura in corso:

Scontri al confine con la Tunisia. Tripoli rischia la crisi diplomatica

Dimensioni di testo Aa Aa

Il tentativo di isolare i ribelli apre un nuovo fronte e spinge Tripoli sull’orlo di una crisi diplomatica con la vicina Tunisia.

Concentratisi nelle ultime ore al valico di Dehiba-Wazin, gli attacchi lealisti hanno portato gli uomini di Gheddafi a sconfinare.

Le scuse ufficiali non hanno soddisfatto Tunisi, che ha espresso “estrema indignazione” e denunciato la violazione della propria integrità territoriale.

L’offensiva di Gheddafi proseguirebbe intanto secondo i ribelli anche nella regione di Zintan.

Qui e altrove, il sentimento di molti è quello di essere stati abbandonati. A ormai più di un mese dall’intervento della comunità internazionale, c‘è chi si chiede disperato dove sia la Nato, dove siano i media e dove siano tutti. Appena poco fa, dice quest’uomo Gheddafi qui ancora bombardava.

Da Trapani Birgi sono intanto entrati in azione i primi caccia italiani, mentre gli istruttori inviati da Roma per formare i comandi operativi del Consiglio Nazionale di Transizione hanno raggiunto Bengasi.