ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco: attentato, governo teme fuga turisti

Lettura in corso:

Marocco: attentato, governo teme fuga turisti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attentato ha colpito uno dei cuori pulsanti di Marrakesh: piazza Jamaa el-Fna, dove ogni giorno passeggiano migliaia di turisti. Molti gli stranieri che si sono fermati per un the all’Argana: i passanti oggi vedono il secondo piano del locale sventrato dall’esplosione.

Il Marocco teme contraccolpi alla sua principale fonte di reddito. In vacanza a Marrakesh, una ragazza irlandese racconta: “Penso davvero che avrà una ricaduta sul turismo. Ho prenotato quest’albergo tempo fa. È una grande città ma sarei molto preoccupata nel venire qui di nuovo. Il turismo è così importante per Marrakesh, l’attentato potrebbe avere ripercussioni”.

Una mamma francese invece non mostra alcuna preoccupazione: “Non avremmo cancellato questo viaggio anche se l’esplosione fosse successa prima, saremmo venuti in Marocco. Ne avevamo una gran voglia e non saremmo stati condizionati”.

La maggior parte dei vacanzieri arriva da Francia e Gran Bretagna. I tour operator francesi per ora non registrano cancellazioni di massa. Ma il governo è molto preoccupato.

Il ministro delle Comunicazioni Khalid Ennacri dichiara: “Si tratta di un duro colpo al cuore del Marocco, al turismo e alla sua reputazione internazionale nella regione mediterranea”.

Nel 2010 il Paese aveva registrato un notevole incremento dei visitatori, in particolare dall’Italia con un aumento del 13% degli arrivi.