ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tutti pazzi per William e Kate. La stampa estera a Londra

Lettura in corso:

Tutti pazzi per William e Kate. La stampa estera a Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

Per loro off-limits l’abbazia di Westminster, le telecamere straniere si contenderanno a breve i 1200 metri che la separano da Buckingham Palace.

Circa 8.000 i giornalisti, fotografi e tecnici da tutto il mondo, che da giorni lavorano intanto alla cronaca di quello che la stampa britannica già presenta come l’evento più mediatizzato della storia.

In barba ai sondaggi, che danno il pubblico statunitense decisamente poco interessato all’evento, la macchina mediatica a stelle e strisce ha finora garantito una copertura addirittura più capillare di quella offerta dalla stampa britannica.

“Qui si sente parlare di ‘Invasione americana’ – dice Deborah Norville, presentatrice per la CBS della trasmissione ‘Inside Edition’ -. Se si fa la conta dei giornalisti intervenuti, risulta infatti un contingente davvero nutrito di americani”.

La frenesia non ha mancato di contagiare anche la stampa nipponica.

“Avremmo dovuto seguire in diretta il matrimonio – spiega Yusuke Ibi, corrispondente dell’emittente giapponese TBS -, ma il terremoto ci ha costretto a stravolgere i piani. Alla fine ci limiteremo alla normale programmazione”.

Presente all’appello per sognare con Kate e William, anche la stampa sudamericana.

“In America Latina – dice Leo Pareja della colombiana NTN24 – non esiste una famiglia reale. C‘è però in Spagna e noi seguiamo sempre con grande interesse quanto accade lì: con il re Juan Carlos, sua moglie, il principe… Qualcosa di simile a quanto stiamo facendo ora qui”.

Per tutti gli altri l’appuntamento è sul web: tra sito del matrimonio, diretta Twitter e You Tube, per le nozze più digitali e interattive mai promesse da Buckingham Palace.