ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, aspri combattimenti a ridosso della frontiera ovest

Lettura in corso:

Libia, aspri combattimenti a ridosso della frontiera ovest

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre nei campi di addestramento filo-governativi anche ragazzi e donne imbracciano le armi, la battaglia tra esercito e ribelli si sposta al confine occidentale: al valico con la Tunisia vicino alla città tunisina di Dehiba. Secondo testimoni, i soldati avrebbero ripreso il controllo di quel passaggio, occupato dai ribelli.

E non lontano dalla stessa frontiera, in territorio libico, pesanti bombardamenti hanno fatto tremare le alture attorno alla città di Zintan: su luoghi controllati dagli oppositori sono piovuti i colpi dell’artiglieria pesante. Secondo fonti ribelli un’ottantina di missili di fabbricazione russa sarebbe esplosa a terra.

Intanto una nave proveniente dal porto di Misurata, altra città in cui si combatte, è arrivata a Benghazi, con 850 lavoratori stranieri, la maggior parte dal Niger. La nave, sui cui si trovavano anche feriti, era stata bloccata al porto di partenza dai bombardamenti.