ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste in tutto il mondo per dire no al nucleare

Lettura in corso:

Proteste in tutto il mondo per dire no al nucleare

Dimensioni di testo Aa Aa

Vigilia di Chernobyl, 25 anni fa. Un incubo nucleare risvegliato da Fukushima.

E in Europa e nel mondo dilaga la protesta.

Sul Reno, centinaia di francesi e tedeschi hanno manifestato contro il nucleare e per fermare Fessenheim, la più vecchia centrale di Francia.

In piazza anche la Baviera, mentre Angela Merkel, che prima voleva prolungare l’età degli impianti tedeschi, adesso annuncia un dibattito nazionale sul futuro dell’atomo.

E una mobilitazione si é avuta anche sulle rive dell’Elba, davanti all’impianto attivo di Krümmel.

Addio al nucleare. È il messaggio di migliaia di giapponesi in corteo davanti alla sede della Tepco a Tokio.

Tra le proteste più singolari, quella di Lee Mi, cantante di Taiwan, che si è spogliata davanti al palazzo presidenziale, prontamente rivestita dalla polizia.

Denudarsi non è un delitto, ha detto, mentre il nucleare è un danno e un pericolo per l’umanità.