ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Uganda, in carcere il leader dell'opposizione

Lettura in corso:

Uganda, in carcere il leader dell'opposizione

Dimensioni di testo Aa Aa

È stato nuovamente arrestato a Kampala il capo dell’opposizione ugandese, Kizza Besigye, con l’accusa di partecipare ad un raduno illegale. Uscito sconfitto dalle elezioni del 18 febbraio, il capo del forum per il cambiamento democratico si è fatto portavoce del malcontento popolare contro il carovita, guidando nelle ultime due settimane diverse manifestazioni, costategli finora tre arresti.

L’Uganda, Paese di 33 milioni di abitanti, ha visto il tasso d’inflazione annuale superare l’11%, con un aumento dei prezzi del 4% nel solo mese di marzo.

Con un bambino ucciso nelle ultime proteste, sale a 5 il numero dei morti durante le mobilitazioni, mentre per Besigye si apre ora la strada del processo.

“Le istituzioni, la polizia, il tribunale sono sotto processo, non io. Dovranno dimostrare di saper agire nell’interesse dei cittadini di questo Paese”.

Il leader della dissidenza è stato trasportato in una prigione a 130 kilometri dalla capitale: un destino che condivide con numerosi altri oppositori del Presidente Museveni, al potere dal 1986.