ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, candidati curdi riammessi alle elezioni

Lettura in corso:

Turchia, candidati curdi riammessi alle elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

I candidati curdi potranno presentarsi alle elezioni legislative turche del 12 giugno: sotto la pressione delle proteste popolari, l’Alta commissione elettorale ha fatto marcia indietro sulla decisione, presa a inizio settimana, di impedire a 7 rappresentanti indipendenti della minoranza curda di candidarsi.

L’annuncio di lunedì scorso era stato criticato dalla maggioranza dei partiti politici e aveva scatenato violente proteste popolari in cui un giovane di 21 anni ha perso la vita, raggiunto, secondo le testimonianze, da un proiettile sparato dalla polizia.

Dopo una consultazione durata otto ore, l’Alta Commissione ha dato il via libera all’inclusione nelle liste elettorali dei candidati, come auspicato nei giorni scorsi anche dal Presidente turco Abdullah Gül.

Si tratta di politici indipendenti, ma sostenuti dal Partito per la pace e la democrazia, che rappresenta in Parlamento i 15 milioni di curdi che vivono nel Paese.

Tra di loro figurano storici militanti per la causa di questa minoranza, come Leyla Zana, che ha scontato dieci anni di prigione per collusione con la ribellione curda.