ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incremento al budget Ue. Scetticismo sulla proposta di Bruxelles

Lettura in corso:

Incremento al budget Ue. Scetticismo sulla proposta di Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

Fondi per energie verdi, ricerca, infrastrutture e rilancio dell’economia per 6,2 miliardi euro in più rispetto allo scorso anno. In tempi di crisi, l’incremento del 4,9% al budget 2012 dell’Unione proposto dalla Commissione Europea viene accolto da una prima levata di scudi.

Calcolatrice alla mano, a rispondere da Bruxelles è il commissario per la programmazione finanziaria e il bilancio Janusz Lewandowski, che parla di budget in crescita per 23 paesi su 27. “Le eccezioni a livello nazionale – dice – sono appena quattro. Nonostante il clima di austerity, dobbiamo continuare a crescere, a risparmiare quanto possibile e a dimostrare soprattutto un grande rigore nell’amministrazione”.

Opposizione annunciata ai piani di Bruxelles è quella di Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Francia e Finlandia: cinque paesi che à dicembre avevano già invocato il congelamento di un budget europeo, a cui da sole constribuiscono per il 51% percento.

A fare la parte del leone nella redistribuzione delle risorse prevista dalla Commissione è la politica agricola comunitaria. Una quota oggi pari al 40%, che nella pianificazione budgettaria del prossimo settennato, potrebbe crescere ulteriormente.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

(2) Fondi per energie verdi, ricerca, infrastrutture e rilancio dell’economia per 6,2 miliardi euro in più rispetto allo scorso anno. In tempi di crisi, l’incremento del 4,9% al budget 2012 dell’Unione proposto dalla Commissione Europea viene accolto da una prima levata di scudi. (19/20)

(sot22) Calcolatrice alla mano, a rispondere da Bruxelles è il commissario per la programmazione finanziaria e il bilancio Janusz Lewandowski, che parla di budget in crescita per 23 paesi su 27. “Le eccezioni a livello nazionale – dice – sono appena quattro. Nonostante il clima di austerity, dobbiamo continuare a crescere, a risparmiare quanto possibile e a dimostrare soprattutto un grande rigore nell’amministrazione”. (24/28)

(50) Opposizione annunciata ai piani di Bruxelles è quella di Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Francia e Finlandia: cinque paesi che à dicembre avevano già invocato il congelamento di un budget europeo, a cui da sole constribuiscono per il 51% percento. (15/15)

(05) A fare la parte del leone nella redistribuzione delle risorse prevista dalla Commissione è la politica agricola comunitaria. Una quota oggi pari al 40%, che nella pianificazione budgettaria del prossimo settennato, potrebbe crescere ulteriormente. (15)