ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fukushima: contributo francese per decontaminare acqua

Lettura in corso:

Fukushima: contributo francese per decontaminare acqua

Dimensioni di testo Aa Aa

A Fukushima prosegue lo smaltimento dell’acqua radioattiva che ha invaso la centrale nucleare.

È stato allestito un deposito per trasferire 480 tonnellate di liquido contaminato al giorno: l’operazione dovrebbe durare meno di un mese.

Il gruppo nucleare francese Areva ha proposto alla Tepco, la società che gestisce l’impianto giapponese, una soluzione per la decontaminazione dell’acqua.

“Se saremo in grado di avviare le operazioni entro la fine di maggio, sarà il più veloce intervento al mondo”, ha spiegato Anne Lauvergeon, Ceo della compagnia transalpina.

Lo tsunami dell’11 marzo scorso è responsabile della quasi totalità dei danni – almeno 200 miliardi di euro – che hanno devastato il nordest del Giappone e di oltre il 90% delle vittime totali.

Secondo gli esperti occorreranno almeno nove mesi per avere il pieno controllo della situazione nella centrale nucleare.