ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

S&P's bacchetta gli Usa

Lettura in corso:

S&P's bacchetta gli Usa

Dimensioni di testo Aa Aa

Due giorni dopo che Barack Obama e i Repubblicani hanno presentato i rispettivi piani d’austerità, Standard and Poor’s bacchetta gli Stati Uniti. Resta una tripla A la valutazione dell’agenzia di rating che tuttavia peggiora l’outlook sul debito americano passando da stabile a negativo. Significa che le prospettive di uscita dalla crisi nei prossimi due anni sono meno ottimistiche in virtù della sfiducia sulla capacità di Washington di trovare un’accordo sulla cura da adottare.

“Credo sia un messaggio a Washington: la situazione è seria e nessuno può sottrarsi dalle conseguenze di un ulteriore peggioramento. E non riguarda solo gli Usa. Riguarda l’economia globale” spiega un responsabile Pimco, gestore del principale fondo obbligazionario degli Stati Uniti.

Se per il momento si tratta soltanto di previsioni e avvertimenti, il giudizio espresso da Standard and Poor’s non ha impedito il tonfo di Wall Street con perdite dell’1,14% per il Dow Jones e 1,6% per il Nasdaq.