ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: seconda nave di sfollati da Misurata

Lettura in corso:

Libia: seconda nave di sfollati da Misurata

Dimensioni di testo Aa Aa

La guerra continua, l’evacuazione di residenti da Misurata pure. Una seconda nave ha lasciato la città libica sotto assedio per raggiungere Bengasi, capitale di quella che per i ribelli è la Libia liberata. A bordo circa 1.000 persone, per la maggior parte lavoratori stranieri.

La nave greca ha permesso a oltre 30 feriti di essere ricoverati negli ospedali della città. Secondo testimonianze sono migliaia i cittadini provenienti da Egitto, Ciad, Mali, Niger, Sudan, Nigeria e Ghana ancora bloccati a Misurata, sotto l’assedio degli uomini fedeli a Muammar Gheddafi.

La testimonianza di un medico di Bengasi: “Provo una gran tristezza. Ecco quello che succede a civili innocenti quando si bombarda a caso una città. Non è nemmeno più guerra, è un crimine contro l’umanità” dice.

E mentre oltre 11.000 libici circa sono fuggiti dalle regioni montagnose dell’Ovest dove i lealisti danno battaglia ai ribelli, le truppe di rivoltosi basati ad Adjabiya hanno ricevuto nuove casse pieni d’armi e munizioni dalle basi nell’Est del Paese. Sulla provenienza di questo materiale si possono solo fare supposizioni.