ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Azerbaijan, pugno di ferro contro manifestanti

Lettura in corso:

Azerbaijan, pugno di ferro contro manifestanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Immagini che si commentano da sole. Questo video amatoriale, apparso su Youtube, è stato girato domenica scorsa a Baku, capitale dell’Azerbaijan, dove la polizia ha disperso una manifestazione contro il presidente Ilham Aliyev.

Gli agenti caricano sul cellulare una donna che tiene per mano la figlia piccola, che poco prima aveva gridato “libertà”.

Sarebbero diverse decine le persone arrestate, compresi due giornalisti svedesi. Venticinque sono poi stati rimessi in libertà.

La manifestazione non è che l’ultimo tentativo delle forze di opposizione di mobilitarsi contro il presidente Aliyev, seguendo l’esempio delle rivolte in Nord Africa e in Medio Oriente. Sforzi che finora sono andati a vuoto.

L’Azerbaijan è un paese di importanza centrale, sia per le sue forniture energetiche all’Europa, sia perché consente il passaggio delle truppe statunitensi dirette in Afghanistan. Il capo dello stato, accusato di reprimere le libertà civili, ha definito i manifestanti “forze anti-stato” che cercano di destabilizzare il paese.