ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dopo lo tsunami. Il 70 per cento dei giapponesi vorrebbe le dimissioni del governo

Lettura in corso:

Dopo lo tsunami. Il 70 per cento dei giapponesi vorrebbe le dimissioni del governo

Dimensioni di testo Aa Aa

La catastrofe tsunami in Giappone rischia di travolgere anche il governo del premier Naoto Kan. Secondo un recente sondaggio, più del 70 per cento dei giapponesi vorrebbe che si dimettesse, delusi da quella che definiscono una gestione inadeguata dell’emergenza.

Intanto, con un primo bilancio di danni che si aggira sui 400 miliardi di euro, il paese cerca di riprendere le proprie attività. Il primo produttore mondiale di automobili, Toyota, ha riaperto tutti gli impianti, che però lavorano a metà regime a causa della scarsa disponibilità dei componenti.

Ancora lontano invece il ritorno alla normalità per la centrale nucleare di Fukushima. I rilievi sulla radioattività compiuti dai robot statunitensi che sono arrivati vicino ai reattori, confermano l’impossibilità di un intervento diretto dei tecnici. Ma la Tepco assicura la messa in sicurezza del sito in 6-9 mesi.