ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legislative in Finlandia: probabile svolta a destra

Lettura in corso:

Legislative in Finlandia: probabile svolta a destra

Dimensioni di testo Aa Aa

È un voto dal sapore molto europeo, con una probabile svolta a destra, quello di oggi per il Parlamento finlandese. Crescita per i partiti conservatori e impennata dei nazionalisti, dicono analisti e sondaggi.

Jyrki Katainen, ministro delle Finanze uscente, leader dei conservatori della Coalizione Nazionale, è il favorito per la carica di premier, attualmente ricoperta da Mari Kiviniemi, del Partito di Centro. Katainen ha già detto che non si opporrà al piano di salvataggio europeo destinato al Portogallo, tema chiave della campagna elettorale, molto sentito dagli elettori, quattro milioni gli aventi diritto.

Su questo hanno fatto leva i Veri Finlandesi, partito accusato di xenofobia e di populismo, fortemente contrario agli aiuti. Guidato dal carisamitco Timo Soini, dovrebbe conquistare 37 seggi potenziali su 200. Abbastanza per pesare sulle scelte di un Parlamento, che, a differenza di quanto avviene in altri Paesi della zona Euro, può esprimere una posizione sull’eventuale concessione di fondi. E dunque anche dire “no” a Lisbona.