ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Zagabria: inaccettabile sentenza Tpi contro Gotovina

Lettura in corso:

Zagabria: inaccettabile sentenza Tpi contro Gotovina

Dimensioni di testo Aa Aa

Per il tribunale dell’Aja, che lo ha condannato a 24 anni di carcere, l’ex generale croato Ante Gotovina ha agito nel quadro di un’associazione a delinquere contro la popolazione serba durante la guerra 1991-1995.

Secondo i guidici, non ha rispettato né il diritto internazionale né le convenzioni dell’Onu di cui il suo paese fa parte.

Insieme a Gotovina, che annuncia ricorso in appello, è stato condannato a 18 anni anche l’ex generale Mladec Markac. Assolto invece Ivan Cermak.

Un verdetto inaccettabile, dice il governo croato che parla di operazioni militari legittime e annuncia: “faremo di tutto per farlo annullare”.

A Zagabria, lo shock e la rabbia degli abitanti che hanno seguito il processo da un maxi schermo:

“Un verdetto senza prove”, dice una croata, “tutto politico”.

“La sentenza è ingiusta e mostra come la giustizia internazionale sia la sola scienza a regredire dai tempi degli antichi romani”, commenta un altro residente, “Un verdetto basato su inganni e bugie invece che sui fatti”.

Immediata anche la reazione di Bruxelles: in vista dell’integrazione europea, Zagabria deve collaborare senza riserve con il Tribunale dell’Aja.