ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Misurata sotto assedio: migliaia di civili partono via mare

Lettura in corso:

Misurata sotto assedio: migliaia di civili partono via mare

Dimensioni di testo Aa Aa

Quanti più civili possibili stanno lasciando Misurata via mare. Dal porto della città libica, in mano ai ribelli ma assediata da settimane dalle forze di Gheddafi, sono partite due navi con a bordo migliaia di persone.

L’imbarcazione greca Ionian Spirit è riuscita a sbarcare circa 400 tonnellate di aiuti nella notte ed è ripartita con oltre 1.200 immigrati asiatici e africani, diretta a Bengasi.

Una nave turca ha imbarcato altri 1.200 civili per trasportali fino ad Alessandria, in Egitto.

Non solo Misurata è sotto pesanti bombardamenti. Le forze del Colonnello hanno attaccato Ajdabiah, mentre il contingente Nato ha lanciato raid aerei su Sirte e nella regione di Zenten, nell’est del paese, dove si moltiplicano gli scontri tra i due fronti.

A Misurata le forze alleate hanno parlato di un “assedio medievale”. I razzi dei lealisti colpiscono pesantemente la città da due giorni. Difficile stabilire il bilancio in termini di vite umane.

A est, continuano i combattimenti per il controllo di Ajdabiah. Si tratta della linea di fronte dei ribelli, ultima grande città in mano agli insorti prima di Bengasi.