ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito. Un matrimonio che salverà la monarchia?

Lettura in corso:

Regno Unito. Un matrimonio che salverà la monarchia?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il peso della famiglia reale in Regno Unito, una questione più dibattuta del solito in questo periodo. In occasione di grandi avvenimenti i britannici si rivelano molto legati alla loro monarchia e questo affetto dipende molto dalle personalità dei suoi membri.

“Non hanno potere. Sono lì solo per la loro influenza e questa è relativa solo alla loro popolarità”, afferma Ingrid Seward di Majesty magazine.

E se c‘è stata una personalità popolare nella famiglia reale britannica questa è stata sicuramente Diana. Il suo matrimonio con Carlo nel 1981 è stato uno degli ultimi grandi eventi della monarchia. Le nozze del loro figlio maggiore dovrebbero risvegliare il fervore per i reali dopo decenni di drammi, tra cui una serie di matrimoni falliti.

Il 1992 è stato particolarmente duro per la monarchia con la separazione dei tre figli di Elisabetta e l’incendio del castello di Windsor. La regina lo definì “annus horribilis”.

Dopo tanti matrimoni falliti nella storia della monarchia, Kate e William portano un enorme peso simbolico sulle spalle e una grande responsabilità. “I Windsor non possono permettersi un altro matrimonio in frantumi”, dice Jennie Bond, ex corrispondente della Bbc alla Casa Reale. “Si tratta di quello dell’erede al trono, per cui deve funzionare. Per questo motivo William ha avuto tempo per fare la sua scelta, per riflettere, per vivere con la sua donna”.

Ma se molti vedono William e Kate come la chiave per ricostruire la fiducia nella monarchia, occorrerà aspettare degli anni prima di vederli salire al trono. Prima c‘è Carlo. “La gente spesso si chiede, il principe Carlo sarà sicuramente escluso?”, dice lo storico della monarchia Hugo Vickers,” No, non lo sarà e non dovrebbe esserlo. Ha diritto di essere il prossimo re. E anzi accederà al trono con più competenza rispetto ai suoi predecessori”.

Che siano incoronati tra due, cinque, dieci o vent’anni, Kate e William rappresentano il futuro di una monarchia in crisi di ispirazione. Il 47 per cento dei britannici è favorevole a conservare quest’istituzione dopo la morte di Elisabetta e la maggioranza preferirebbe William.

“Il futuro della monarchia dipende da questo matrimonio per certi versi”, ritiene Vickers. “Uno dei compiti della sposa, oltre a fare felice il marito, è darci una nuova generazione di Windsor, perché è così che la famiglia reale si rinnoverà”.