ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Minsk: riapre al pubblico la metropolitana

Lettura in corso:

Minsk: riapre al pubblico la metropolitana

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono voluti due giorni dopo l’attentato per ritornare a una pseudo-normalità. La polizia bielorussa ha installato metal detector in varie stazioni e gli agenti controllano meticolosamente ogni borsa sospetta.

Le telecamere a circuito chiuso hanno mostrato per la prima volta le immagini del presunto attentatore. Lo si vede arrivare con una valigetta e partire senza. Con lui sono state arrestate altre quattro persone, e avrebbe anche confessato di aver preso parte ad altri attentati minori rimasti finora casi irrisolti.

“Spero che tutto ritorni alla normalità -dice un residente Questo non doveva accadere in Bielorussia. E’ gente malata”.

-“Quello che è successo fa paura -racconta una giovane bielorussa – in un certo modo ti aspetti un seguito. Non ho paura solo della metropolitana, ma anche di tutti i mezzi di trasporto affollati”.

La bomba saltata in aria lunedì nella centralissima stazione Oktiabraskaya in piena ora di punta, è costata la vita a 12 persone, ferendone circa 150. Il presidente Lukashenko, che guida il paese con il pugno di ferro dal ’94, ha annunciato che cercherà i mandanti dell’attentato tra le file dell’opposizione.