ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: insorti premono per forniture di armi

Lettura in corso:

Libia: insorti premono per forniture di armi

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la riunione del gruppo di contatto ieri a Doha oggi tocca alla Nato. I ministri degli Esteri dei 28 Paesi dell’Alleanza si riuniscono a Berlino per discutere il futuro della missione internazionale in Libia e gli eventuali aiuti ai ribelli.

Parigi e Londra hanno già chiesto alla Nato di mobilitare maggiori risorse aeree, ma anche di rendere più frequenti i bombardamenti, in modo da colpire con maggiore efficacia le truppe del regime libico.

Altro tema, la possibilità di rifornire con armi i ribelli. Secondo un portavoce degli insorti, il Consiglio Nazionale di Transizione libico potrebbe chiedere a determinati paesi della coalizione delle forniture di armi definite “difensive”.

Sul terreno, la situazione militare resta sostanzialmente in stallo e prosegue il dramma di Misurata, ormai allo stremo dopo tre settimane di assedio. Oggi una seconda nave organizzata dalla Croce rossa francese ha raggiunto la città e consegnato 80 tonnellate di aiuti.