ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Fukushima: operazione di pompaggio dell'acqua contaminata


Giappone

Fukushima: operazione di pompaggio dell'acqua contaminata

Malgrado il riprodursi delle scosse di assestamento, ce n‘è stata una anche stamattina pari a magnitudo 5,8, alla centrale nucleare di Fukushima continuano a pompare l’acqua altamente radioattiva che si è infiltrata negli impianti.

Quest’operazione è indispensabile per poter procedere alla riparazione del sistema di raffreddamento dei noccioli. I tecnici devono espellere 700 tonnellate di liquido contaminato e ci vorranno almeno 4 o 5 giorni.

Un segno di speranza è dato dalla riapertura a tempo di record dell’aeroporto di Sendai. Per ora circolano solo voli nazionali, ma l’evento, per la regione sinistrata dal maremoto, ha un’alta portata simbolica. Le voci dei primi viaggiatori in arrivo:

“Sono una psicologa clinica, spero di poter aiutare la persone che sono state colpite da questo dramma”.

“Ho visto quel che è successo alla televisione ma non avevo realizzato l’estensione del disastro fino a che non l’ho visto con i miei stessi occhi dal cielo”.

Lo scalo aereo di Sendai era stato completamente sommerso dalle acque l’11 marzo scorso, così come la città. Gli abitanti attendono con ansia anche la riapertura della metropolitana, prevista per fine mese.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Algeria. Studenti universitari in piazza. Diversi feriti