ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Doha: controversia sulla natura degli "aiuti per l'autodifesa"

Lettura in corso:

Doha: controversia sulla natura degli "aiuti per l'autodifesa"

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è aperta una controversia a Doha. Il documento finale parla di aiuti ai ribelli per l’autodifesa, ma in cosa consistono esattamente? Per alcuni si tratta di strumenti di comunicazione e apparati di intercettazione. Per il ministro degli esteri italiano Franco Frattini si tratta di armi.

“Gheddafi continua a ricevere armi – dice il portavoce del Consiglio di transizione libico. Siamo sicuri che 500 mezzi carichi di armi sono entrati dall’Algeria. L’accesso via mare è aperto a tutti quei paesi dell’est che forniscono a Gheddafi le ultime armi russe e i blindati che sono stati usati a Misurata”.

Il Consiglio transitorio ha chiesto ai governi occidentali un miliardo e mezzo di dollari in aiuti umanitari in cambio di petrolio.

“L’Onu ha lanciato un appello – dice il coordinatore della missione umanitaria delle Nazioni Unite in Libia. Per il momento siamo arrivati al 40% della cifra necessaria per garantire l’assistenza”.