ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio: Ouattara, fare luce su massacri

Lettura in corso:

Costa d'Avorio: Ouattara, fare luce su massacri

Dimensioni di testo Aa Aa

La Costa d’Avorio cerca di uscire dal caos degli ultimi mesi. Primo passo ristabilire un’autorità riconosciuta.

Il presidente ivoriano, Alassane Ouattara, ha annunciato che chiederà al Tribunale internazionale di investigare sui massacri, aggiungendo che riprenderà al più presto l’esportazione di cacao e che le banche riapriranno nel giro di una settimana.

“La crisi post-elettorale è finita – spiega Ouattara – Adesso inseguiamo due grandi progetti: il cantiere della riconciliazione e il cantiere della ricostruzione”.

Stando alle dichiarazioni del presidente in carica, Laurent Gbagbo è stato portato via dal Golf hotel ed è custodito in una città imprecisata della Costa d’Avorio.

Sui rifornimenti di generi di prima necessità è impegnata l’Unicef che ha avviato la distribuzione di aiuti per la prima volta dopo settimane.

La Francia ha annunciato di aver avviato pattugliamenti congiunti con la gendarmeria ivoriana. L’esercito di Parigi sta inoltre provvedendo a disarmare la popolazione. Tante le armi ancora in mano a personale non autorizzato.

Intanto, iniziano a tornare a casa i cittadini francesi che erano stati evacuati da Abidjan quando si erano intensificati gli scontri.