ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa d'Avorio: Ouattara, no a ritorsioni. Gbagbo sarà processato

Lettura in corso:

Costa d'Avorio: Ouattara, no a ritorsioni. Gbagbo sarà processato

Dimensioni di testo Aa Aa

La Costa d’Avorio è in festa per la cattura di Laurent Gbagbo e si prepara al difficile compito di ricostruire e pacificare un intero paese.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha chiesto al presidente ivoriano Alassane Ouattara di evitare un nuovo “bagno di sangue” e rappresaglie contro i sostenitori del capo di stato uscente.

Il presidente eletto è apparso in serata sulla propria emittente televisiva per annunciare che è stata avviata una procedura giudiziaria contro l’ex

presidente, la moglie e i suoi collaboratori: “Mi rivolgo a tutti i miei connazionali che potrebbero essere spinti da un sentimento di vendetta di astenersi da qualsiasi atto di ritorsione o di violenza – ha detto Ouattara – Ribadisco la mia volontà di istituire una commissione di verità e di riconciliazione per far luce su tutti i massacri, i crimini e altre violazioni dei diritti umani”.

Canti e balli per le strade e davanti alle telecamere: un modo per esorcizzare la violenza che per lungo tempo ha costretto gli ivoriani a scappare, per evitare gli scontri. Almeno ottocento persone sono state uccise ad Abidjan e nel resto del Paese da dicembre fino alla scorsa settimana, secondo le Nazioni Unite.